Michele Bianchi vince OSA! Outsider Scents Award 2017

Guido Calamosca per Smell Festival

Michele Bianchi è il vincitore di OSA! Outsider Scents Award 2017, per la sua fragranza intitolata “Humus”. La cerimonia di premiazione si è svolta domenica 28 maggio nel contesto dell’ottava edizione di Smell Festival presso il Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna.

La motivazione della giuria:

La composizione è pienamente aderente al tema “radici” e ne ha ampiamente apprezzato il concept che unisce le memorie d’infanzia del creatore agli aromi terreni delle coltivazioni di barbabietole in Puglia in una interpretazione vivida dalla scrittura agile ed iperrealistica che la accosta ai grandi legnosi-ambrati contemporanei ricchi di contrasti fra suggestioni atmosferiche, minerali e gustative. In particolare Michele Bianchi si è distinto per una meticolosa scelta della tavolozza olfattiva in cui spiccano oud, rhum, geosmina e olio di radici di patchouli, bilanciando così al meglio tradizione e innovazione, natura e sintesi per tingere Humus di una sensualità ancestrale contemporanea.

Michele Bianchi vive e lavora a Mosca dove insegna italiano.
Oltre al primo premio è stata assegnata una menzione speciale da parte di Adjiumi, la principale comunità italiana di appassionati di fragranze, a un altro finalista: Marco Ceravolo per il suo profumo “Memorhyza“.
La motivazione:

Un viaggio olfattivo attraverso l’arte, tra un Tappeto natura di Gilardi e la Primavera/Estate dell’Arcimboldo. Terroso, fedele al tema proposto da Smell 2017 e attinente al suo racconto. Un affascinate percorso selvaggio con materie prime pregevoli.

Marco Ceravolo è anche il secondo classificato al concorso, seguito da Tanja Bochnig (“Pink Wood, Pink W(oud)”), Léa Hiram (“Light’in the Roots”) and Valeria Sargu (“Racines Danseuses”).